Progetto Salute RSC

Azioni a livello locale

Azioni locali

Conoscenza e analisi dei contesti locali, con particolare riferimento alle condizioni abitative e ai bisogni sociosanitari delle comunità Rom, Sinti e Caminanti presenti

Tale linea di attività prevede la realizzazione di una ricognizione finalizzata a migliorare la conoscenza dei gruppi Rom, Sinti e Caminanti presenti nei contesti territoriali di riferimento delle Asl partecipanti al progetto, con particolare riferimento alle condizioni abitative e ai bisogni sociosanitari. Nello specifico, si intende indagare lo stato di salute (es. copertura vaccinale), l’accesso ai servizi sociosanitari (presenza di barriere giuridico-legali, economiche, burocratico-amministrative e organizzative), la fruibilità delle prestazioni (presenza di barriere linguistico-culturali) e i bisogni socio-assistenziali, attraverso la messa a sistema di tutti i materiali e le fonti disponibili sugli aspetti di interesse.

Mappatura dei servizi socio-sanitari e ricognizione degli stakeholder, per il consolidamento delle reti sociosanitarie locali e la realizzazione di piani di intervento community-based

Tale linea di attività prevede la ricognizione dei servizi sociosanitari territoriali pubblici, con particolare riferimento a quelli a bassa soglia d’accesso, presenti nei contesti territoriali di riferimento delle Asl partecipanti al progetto. La mappatura evidenzierà modalità di accesso, documentazione richiesta e orari di apertura, ed è strumentale alla raccolta/aggiornamento dei contenuti informativi delle “mappe di fruibilità” digitali.

Si intende inoltre sviluppare una ricognizione degli stakeholder e più in generale del “capitale sociale” espresso da ciascun territorio.

 

Organizzazione di eventi formativi locali sul Piano d’Azione Salute per e con le comunità Rom, Sinti e Caminanti e sui temi della Sanità Pubblica di Prossimità

Si prevede di organizzare in ciascuna Azienda sanitaria territoriale coinvolta un corso di formazione a beneficio degli operatori sociosanitari, sulle caratteristiche sociodemografiche e sanitarie dei gruppi Rom, Sinti e Caminanti (presentazione delle mappature locali), sul Piano d’azione salute per e con le comunità Rom, Sinti e Caminanti e sulle strategie di Sanità Pubblica di Prossimità.

Utilizzo della metodologia partecipativa SODA - Strategic Options Development and Analysis - per l’individuazione di strategie di presa in carico

Per l’individuazione di strategie e modelli implementativi sostenibili a livello locale del Piano d’azione salute per e con le comunità Rom, Sinti e Caminanti, si intende utilizzare La metodologia partecipativa SODA - Strategic Options Development and Analysis -, allo scopo di far emergere criticità e punti di forza nell’organizzazione aziendale che hanno un impatto sull’accesso alle opportunità di prevenzione e cura dei gruppi Rom, Sinti e Caminanti. Saranno realizzate interviste in profondità con figure chiave dei servizi sanitari (specialmente quelli ad accesso diretto) e dei Punti Unici di Accesso; le interviste saranno trascritte, analizzate e sintetizzate attraverso mappe concettuali individuali e aggregate, per rappresentare in maniera anonima i differenti punti di vista. I risultati verranno, infine, discussi nell’ambito di workshop aziendali – aperti anche alla partecipazione delle organizzazioni del privato sociale/associazioni RSC e di figure di riferimento delle comunità – al fine di giungere all’individuazione di mappe strategiche condivise, coerenti con quanto previsto dal Piano, declinate secondo le esigenze emerse a livello locale e compatibili con le risorse disponibili nei contesti aziendali.

Elaborazione di protocolli aziendali per l’implementazione del Piano d’azione salute per e con le comunità Rom, Sinti e Caminanti

Le strategie e i modelli di sanità pubblica di prossimità, individuati mediante l’applicazione della metodologia SODA e declinati sulla base delle esigenze e delle risorse locali, saranno inseriti e sviluppati all’interno di Piani implementativi locali, redatti dalle Aziende Sanitarie territoriali con il supporto degli esperti dell’INMP e di persone appartenenti alla comunità, donne e giovani Rom, Sinti e Caminanti con specifiche competenze.